Nella Manica

Ignoro come fosse prendere un traghetto dal continente e ritrovarsi di fronte le bianche scogliere di Dover o, viceversa, imbarcarsi a Portsmouth e attraccare al porto di LeHavre – luogo triste, mi dicono oggi, che di traghetti se ne prendono pochi pochi. Ma so –fin troppo bene – cosa vuol dire salire su questo treno…

La scelta

Questa storia comincia con una serie di calci nel sedere, immaginati, percepiti e ricevuti in quella che era casa mia: l’Italia. Un contratto a tempo indeterminato che diventa carta da cesso appena tornata dal viaggio di nozze. Un concorso pubblico che hai praticamente vinto e che viene bloccato, ironia della sorte, a tempo indeterminato. Una…

L’explorer wife

Forse e’ cosi’ che comincio’: i miei mi mandarono in una scuola piccina e specialissima dove le maestre si chiamavano tutte Miss e ci davano le stelline anziche’ i voti e le ore erano piene di colori, parole, note, colla, creta e tantissimi altri materiali. Mia mamma attraverso’ un periodo di ricerca spirituale alternativo al…

La mia seconda vita a San Francisco

Mi sono trasferita a San Francisco nell’aprile del 2012 ma l’avevo vista per la prima volta qualche anno prima durante una vacanza estiva che mi aveva lasciato un ottimo ricordo di tutta la California. Incontrai quindi San Francisco un po’ per caso e la guardai per la prima volta con gli occhi della turista curiosa…

Dei miei espatri

  Il primo fu leggero, esilarante, intenso, in est Europa, per lavoro. Leggero perché non dovevo occuparmi di niente, ero trasportata spesso avanti e indietro, mi si era trovato un alloggio, e non c’era burocrazia da gestire. Esilarante perché ero in un posto in cui non riuscivo a leggere i menu e si sceglievano le cose…