La metafora di Hansel e Gretel nella casetta di marzapane

Premetto di non essere mai stata amante delle caramelle, nemmeno da bambina. Le mangiavo, ma non ne sono mai stata ghiotta. Anzi, ricordo di averle mangiate quasi esclusivamente dall’asilo all’elementari quando la cattivissima Suora le faceva portare a turno una volta alla settimana. La compagna che le aveva comprate faceva il giro tra i banchi…

Il mio Oriente

Il mio primo incontro con l’Oriente è stato quasi casuale. Ero sentimentalmente sola circondata da amiche in coppia e non sapevo dove trascorrere le ferie estive. Negli anni precedenti, stesse condizioni, avevo rotto il ghiaccio ed avevo iniziato a viaggiare sola. Era troppa la mia voglia di andare a scoprire il mondo per farmi fermare…

Ricoverata!

Ero da poco uscita dalla prima settimana di formazione in quello che era diventato il mio secondo lavoro e mi sentivo carica come non mai. Quella mattina di fine Febbraio macinavo kilometri dentro al grande ristorante e lanciavo sorrisi ai miei colleghi, molti dei quali erano piu’ che altro amicI, protagonisti delle mie serate alcoliche…

Garage sale a San Francisco

Agli americani di tanto in tanto piace svuotare il garage e liberarsi di tutto ciò che non serve più. Ecco quindi che nel weekend organizzano davanti al loro garage, sui marciapiedi assolati della mia bella San Francisco, delle vendite dell’usato chiamate appunto garage sales. Non si tratta solo di vendere ciò che rimane inutilizzato in…

La riunione francese

‘Io sono italiana, all’inefficienza e al casino ci sono nata dentro, non è che me li devi spiegare’. Questo dico spesso alle persone qua, quando cercano di educarmi agli arcani meandri di qualche intoppo locale. Che poi, diciamocelo, è relativo. Entrate in un ufficio delle imposte francese e vedrete tutti sbuffanti e impazienti perché c’è…

Kindergarten VS Scuola dell’infanzia

Prima considerazione del tutto estemporanea: io sono attempata e mi ostino a chiamare la scuola dell’infanzia, o scuola materna, asilo, venendo spesso cazziata da altre mamme, chissà perché poi? Non è che inquino il concetto facendo piombare i vostri figli a uno stadio evolutivo inferiore, o almeno vi assicuro che non è nelle mie intenzioni!…

Fino a che punto puoi rinunciare

Ecco, li vedo entrare. Come al solito aprono il corteo i piccoli del pre-kg, alcuni piangono, altri sono molto emozionati. Poi le tre classi del kindergarden. Ecco la mia signorina con maglia green scelta dalla teacher. Sorride per nulla intimidita, non smette di guardarmi e mi  fa “ciao, ciao”. Come al solito per lei è importante che io…