In giro per Houston con le amiche di fuso

Quindici anni fa per fare i giretti con le amiche bastava prendere l’1 e scendere in Piazza Statuto, a piedi tutto il percorso fino a Piazza Vittorio, e riprendere l’1 indietro. Tre ore a passeggio tra le vetrine, chiaccherando del più e del meno, con una fermata al gelato da Fiorio (quando ero giovane io,…

E’ più facile imparare il polacco

Ho smesso di guidare più o meno nella primavera del 2002: non ricordo esattamente l’ultima volta che attraversai Torino da Corso Francia a Corso San Maurizio con la Micra messami a disposizione dai miei per andare a lezione a Palazzo Nuovo, ma era un periodo di sole, portavo le canottierine di Frav e tenevo il…

Il parrucchiere esclusivo delle expat

Ci sono cose di casa che nulla può sostituire: milioni di status di facebook di italiani nel mondo ogni giorno celebrano il ritrovamento di pandistelle o di gocciole negli antri più inaspettati della Terra o, ancor meglio, nella cucina di mammà dopo un medio o lungo viaggio. A seguire pollici su, sorrisi, linguacce, diti medi e applausi.…

Red carpets o red caprettes?

I primi due mesi d’inverno coincidono sempre negli Stati Uniti con l’Awards Season, un susseguirsi di premi della critica, premi della stampa, premi del pubblico teenagers, premi di ex premiati e cosi’ via per l’industria cinematografica, musicale, televisiva: kilometri di tappeti rossi, i red carpets, vengono stesi per accogliere la sfilata di personaggi più o…

La cassetta degli attrezzi della donna expat

Quando i nervi cedono, le lacrime scendono e le guance sbuffano, e’ giunta l’ora di trovare soluzioni pratiche ai noti problemi delle donne che si trasferiscono altrove e di colpo si ritrovano, in configurazioni diverse (con senza parter e/o con senza prole), sole. Ecco a voi la cassetta degli attrezzi per la donna che non…