Come a casa: prodotti uguali nel mondo

In ogni Paese del mondo in cui ho vissuto ho incontrato nuove culture, tradizioni, usi e costumi. Ho conosciuto gente diversa. Assaggiato piatti tipici e imparato ad utilizzare spezie o prodotti prima sconosciuti. Ho ascoltato lingue, musiche e rumori diversi. Insomma, ogni paese del mondo è diverso e proprio per questo affascinante.
Ma ci sono cose e luoghi particolari che ti fanno sentire a casa anche se ti trovi dall’altra parte del mondo.
1. Al primo posto di questo elenco c’è IKEA.
Questo negozio applica la stessa filosofia in ogni parte del mondo, perciò si ha la sensazione di trovarsi a casa. Quando entri all’Ikea di Kuwait City, non puoi resistere ad un pacco di tovaglioli Fantastisk, alle candele colorate Glimma, ai pezzi di pista di legno Lillabo e ad un tavolino da caffè Lack. Insomma, l’Ikea di Kuwait è un po’ come l’Ikea di Roncadelle a Brescia!

ikea2. La Nutella, ovvero quella crema di gianduia al sapore di cacao e nocciole che regala tanta soddisfazione e tutta la malinconia si porta via!
Come dice la mia amica Federica da Singapore, la Nutella ha lo stesso sapore in ogni parte del mondo, per questo ti regala lo stesso senso di soddisfazione e appagamento sia che tu la stia mangiando nella tua cucina a Genova sia dal ventisettesimo piano di un palazzo che ospita casa tua a Singapore.

Nutella

3. La Coca Cola, quella bevanda analcolica, dolce e frizzante alla quale non puoi rinunciare mentre mangi la pizza, soprattutto se vivi in Kuwait o in alcuni paesi arabi del Golfo dove l’alcool, e quindi anche la birra, sono vietati. Il suo gusto è inconfondibile, le sue bollicine fanno digerire anche il più pesante kebab iraniano accompagnato da una delicata salsina all’aglio e yogurt.

coca cola

4. Il Mc Donald’s, con i suoi hamburger, patatine e chicken nuggets! Non sono una grande fan del Mc Donald’s, ho scoperto l’esistenza dell’happy meal, il menù per i bambini con sorpresa incorporata, mentre vivevo in Kuwait. Confesso che una o massimo due volte l’anno mi diverto a portarci i bambini a pranzo, ma non ditelo a mio marito altrimenti chiede il divorzio!

mc donalds5. La pasta Barilla, perché dove c’è Barilla c’è casa! In realtà, non sono sicura che la pasta Barilla si possa trovare in tutto il mondo, io sono stata fortunata perché l’ho trovata sulle scansie dei supermercati sia in Libia che in Kuwait.

pasta barilla6. La crema Nivea, quella che mia madre definiva “la cremina magica” perché a casa nostra aveva il potere di guarire qualsiasi tipologia di male, dal sederino arrossato, alla pelle secca del viso. Questa crema è un must per la nostra famiglia, impossibile vivere senza!
Lei è uguale in tutto il mondo, persino la scritta sulla confezione non cambia. Ecco che quando apri quel barattolo di latta rotondo di colore blu vieni sopraffatto da un profumo inconfondibile che mi riporta alla mia infanzia in Italia.

immagine dal web

immagine dal web

Ecco l’elenco di tutti quei prodotti che mi fanno sentire come a casa in qualsiasi parte del mondo.

E voi, avete dei prodotti che trovate senza problemi anche all’estero e che vi regalano la sensazione di sentirvi in Italia?

Drusilla, in transito

 

 

Advertisements

12 pensieri su “Come a casa: prodotti uguali nel mondo

  1. Grazie! Questo post mi ha fatto riflettere su cosa c’è di costante nella nostra vita 🙂
    Dunque, vediamo, mia figlia adora il formaggio Philadelphia e per fortuna l’abbiamo sempre trovato, anche ora qui a Melbourne, non parliamo poi dei biscotti mulino bianco e delle gocciole (anche se non facili da trovare!).

    Liked by 1 persona

  2. Io posso rispondere solo come turista, ma la Nutella l’ho sempre trovata ovunque e anche la Barilla e mi si allarga il cuore perchè io sono campanilista, se non si fosse capito, adoro trovare l’Italia in tutti i posti. Sai cosa chiedo ad amici e parenti che girano il mondo? di portarmi una rivista, una qualunque, meglio se è una di pettegolezzi, ecco li l’Italia c’è sempre, immancabilmente. Una volta su un quotidiano cinese ho trovato la pubblicità della Ferrari. Sono matta lo so.

    Liked by 1 persona

  3. Si si e’ proprio cosi’: certi sapori e profumi ti riportano indietro nel tempo e nello spazio. Per me, da brava veneta, e’ la polenta Valsugana. La prima volta che l’ho vista in un supermercato del Galles, non credevo ai miei occhi. Pensare che a mio marito inglese non piace…. Ma ci sto lavorando… 😉

    Liked by 1 persona

  4. anche io sono x dove c’e’ barilla c’e’ casa ma da quando sono a houston sono entrata in crisi perche’ la barilla che si trova qui…va in pappa quasi subito! percio’ mi sono riconvertita al dove c’e’ lamolisanac’e’casa 😀

    Mi piace

  5. La Nivea e il suo profumo mi aprono un mondo di ricordi.
    Quando esco dall’Italia mi piace andare nei supermercati ad acquistare il cibo, piuttosto che frequentare i fast food, e ricordo in USA la pasta Barilla, costava un botto.

    Mi piace

  6. Ikea è stato il primo luogo in cui ci siamo sentiti a “casa” durante il delirio del nostro trasferimento a Perth! La Nutella è fissa in dispensa, pasta e sughi Barilla pure anche se mio marito ha dovuto ammettere che la pasta Garofalo è meglio, la Coca Cola mi aiuta a digerire le salsine locali, mentre per ora ho tenuto le mie bimbe alla larga da McDonald’s. La nivea è una certezza…vi prego ditemi dove trovare lo stracchino 😉

    Mi piace

  7. per quanto mi riguarda… i prodotti della ferrero (in particolare ferrero rocher) li ho trovati a Fukuoka (sud del Giappone)… e anche la Nutella… ma in dosi ridotte (piccoli barattoli ad esempio )…Ho trovato invece più fornita sotto questo punto di vista… la Corea ….. per il resto… si trovano molti prodotti italiani in Giappone…anche se ovviamente … con costi elevatissimi..

    Mi piace

  8. con la Nutella abbiamo un problema: secondo mio marito (tedesco) la nutella non é sempre uguale, quindi se la fa portare dall’Italia perché quella italiana é diversa…. Lo stesso dicasi per la maionese Kraft: le mie figlie la mangiano solo se é italiana…

    Mi piace

  9. io in Argentina trovavo la Barilla, ma a prezzi improponibili: tipo 6 euro mezzo chilo di pasta o_0 e idem la nutella…
    Almeno a Mendoza non c’era ikea…

    quando in Cile ho scoperto che c’era Bata, da cui tra l’altro quasi neanche entro in Italia, mi son sentita davvero a casa!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...