Cartoline di Francia, 2014

A me della fine dell’anno piacciono le classifiche, tipo le 200 canzoni dell’anno, i 100 libri, i 50 personaggi, i 20 film. Etc. etc. Vorrei aver diritto a un dicembre libero da ogni impegno per poter dedicarmi solo a documentarmi sulle cose che mi sono persa durante l’anno. Ora, non posso purtroppo proporvi niente di altrettanto…

Il ritorno a casa

Se pensate che con il titolo “Il ritorno a casa” io stia parlando del rientro in Italia per le festività, vi state sbagliando! Il ritorno a casa, ormai, è quando torno qui, negli USA. Che cosa strana: sono stata 43 anni in Italia: 27 nella mia città natale, 2 a Venezia e 14 a Bollate.…

expat - Amiche di fuso

Immigrata? Emigrata? No, Expat!

Da tempo “nel mondo expat“ c’é in corso un dibattito su chi realmente si possa definire expat e chi no. L’idea che si é fatta la sottoscritta é, in generale, che se una volta quando gli “expat“ erano meno (o erano solo meno social?) facesse figo distinguersi dagli altri, ora per uscire dal gruppo fa…

Mimetizzarsi meglio di Rambo

Io da qua non schiodo. Sono però quella che, in un’ottica meramente scientifica, potremmo definire l’Expat Sfigata. Quella che al paese suo era pure abbastanza ben piazzata, con il congiuntivo sempre al posto giusto ed una conoscenza piuttosto ampia delle regole base della società. Bravissima a scrivere lettere formali. Bravissima a contattare questo o quello,…

Scenari di vita quotidiana di un expat: la chiamata su Skype

Premessa: i miei genitori sono stupendi, per me hanno affrontato l’ansia di un volo intercontinentale e pur di stare più possibile in contatto sono pure scesi a patti con la tecnologia che hanno sempre tenuto a distanza. Con l’arrivo della nipotina gli aggiornamenti settimanali sono quadruplicati e ora hanno pure un tablet.. #sisalvichipuò! 😉 Scenario uno…

Dal Giappone: Alice

Alice vive a Kawaguchi, Giappone, insieme al marito e alle loro due bambine italonipponiche, Yui e Nina. Prima di conoscere lui, lei aveva scelto il giapponese come studio universitario nella sua Torino. Nel corso di questi anni Alice oltre che traduttrice di professione è ormai anche diventata una cuoca con i fiocchi, che spazia dalla…

Espatrio? Anche questione di adrenalina

Come vi ho già raccontato qui, noi non facciamo parte di quel gruppo di espatriati che sono andati all’estero perché non avevano un lavoro in Italia. Certo è indiscutibile che la nostra sia stata principalmente una scelta per riunire la nostra famiglia sotto allo stesso tetto, ma tutti lo avrebbero fatto dopo aver comprato da…