Al Japanese Tea Garden

San Francisco è una città che io definisco “colorata” perchè questa è l’impressione che ha lasciato in me la prima volta che l’ho vista. È una città vivace e ricca di tante cose, ricca di tanti stimoli.

Non è pero’ così difficile trovarci anche dei luoghi nei quali è possibile lasciarsi alle spalle la confusione della città per ritrovare se stessi, immersi nella pace di uno splendido e silenzioso paesaggio. Trovare insomma, nel bel mezzo della città, un quieto rifugio nel quale riprendere fiato dopo aver corso come trottole, magari con l’intento di visitarla tutta in pochi giorni.
È proprio in questi luoghi che consiglio sempre di andare agli amici vacanzieri che scelgono San Francisco come meta del loro viaggio, perchè mi sembra di offrire loro la possibilità di vedere un altro dei mille volti di questa città!

Uno di questi posti che ritengo speciali, e nei quali torno spesso e volentieri, è il Japanese Tea Garden, un giardino privato situato all’interno del Golden Gate Park, proprio di fronte all’Academy of Science progettata da Renzo Piano. L’ingresso è a pagamento e mi pare che il costo del biglietto sia di 7$, ma nei giorni dispari della settimana (lunedì, mercoledì e venerdì), l’entrata è gratuita se si arriva lì prima delle 10 di mattina! Buono a sapersi no? In ogni caso, anche se doveste pagare il biglietto intero, credo fermamente siano soldi ben spesi!

Che cosa vi troverete davanti una volta superate quelle enormi porte lignee in stile giapponese che segnalano l’ingresso?

San Francisco, Japanese Tea Garden

Innanzitutto vi sembrerà di essere finiti dentro ad una cartolina orientale!
Sarete completamente immersi nel verde, un verde talmente ben ordinato da risultare zen, ma anche talmente variegato da catturare la vostra attenzione: diverse le specie, quindi le foglie, i fiori, i colori che attireranno il vostro sguardo…
Vi inoltrerete pian piano in questo piccolo parco che a me dà sempre l’idea di un giardino segreto della letteratura e seguirete i sentieri di pietra che vi condurranno attorno ai laghetti di acqua trasparente e piena di pesci. Oltrepasserete specchi d’acqua arrampicandovi su vertiginosi ponticelli arcuati che sembrano presi da un cartone di Miyazaki.
Vedrete spuntare tra le fronde degli alberi gli alti tetti rossi delle pagode; incontrerete lanterne di pietra dalle varie forme e nel vostro peregrinare incontrerete paesaggi sempre diversi.

IMG_0706

Japanese Tea Garden

Al centro del giardino, poi, una casetta in legno con una bella terrazza si affaccia su un piccolo ma grazioso laghetto: si tratta di un bar piuttosto costoso che offre principalmente varietà di thè giapponese e dolcetti tradizionali. Generalmente sono per il risparmio in vacanza, ma perchè non concedersi del tempo qui ad assaporare con tutta calma questa magia gustandosi un thè caldo o dei dolci che difficilmente si potrebbero trovare altrove?
Accanto c’è anche un negozio di souvenirs giapponesi (o giapponesizzanti), che comunque non stona.

Il Japanese Tea Garden è considerato anche uno dei luoghi storici di San Francisco, qui dove la storicità assume comunque valori diversi da quelli in uso nella nostra Vecchia Europa! Il giardino risale al 1894 e fu realizzato in occasione di un’esposizione internazionale; una volta conclusa questa, si decise di lasciare in vita questa gemma in stile giapponese come dono per i posteri. A quel punto fu la famiglia Hagiwara, appassionata di piante e di giardinaggio, a prendersi cura del parco. Il giardino fu ampliato inglobando parte della loro proprietà terriera circostante fino a che, nel 1942, gli Hagiwara, insieme ad altri 120.000 americani di origine giapponese, furono costretti ai campi di internamento e molti alberi anche pregiatissimi, nel periodo della guerra, furono venduti e sostituiti.

A primavera ci sono tornata, ancora una volta, e il giardino era splendido con i ciliegi in fiore e queste profumatissime cascate di glicine lilla che lasciavano nell’aria un profumo intenso e inebriante. Sembravano tende naturali attraverso cui spiare i dettagli nascosti di questo giardino.

JAPANESE TEA GARDEN_FLOWERS

Japanese Tea Garden

Girare con il passeggino non è il massimo: ci sono vari sentieri che non si riesce a percorrere a quattro ruote, quindi lo spirito zen con cui l’avevo sempre visto è andato un po’ a farsi benedire, ma per me essere lì, per la prima volta con mio figlio, mostrargli tutta quella bellezza di sapore orientale riassunta in quello che considero un vero e proprio gioiello della città, è stato davvero splendido, direi sublime.
Insomma, non so se l’avete capito, ma vi consiglio caldamente di visitare questo angolo di paradiso se vi doveste trovare a San Francisco!

Annunci

5 pensieri su “Al Japanese Tea Garden

  1. Pingback: Un anno di Amiche di Fuso | Amiche di fuso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...